00 10/13/2009 9:03 PM
Sulla falsariga del classico melodramma Bellocchio ci racconta della lotta di una donna per la verità contro tutto e contro tutti. Poteva VINCERE questa povera donna contro colui che avrà il potere assoluto sull'Italia e sugli italiani per più di vent'anni?
Film secondo me riuscito a metà. La recitazione della Mezzogiorno è forte e concreta. Mussolini è interpretato da un bravissimo attore che però non mi sembra proprio tagliato per la parte del giovane direttore dell'Avanti, tutto preso dalle sue idee rivoluzionarie e di potere.
La narrazione, secondo me, scorre a singhiozzo e lascia un senso di inconpiutezza. Lo rivedrò ma tra un po' di tempo.




Prima brina, oggi, per il guerriero che tante volte si è indurito al suono della spada sfoderata.
Non importa cadere.
Prima di tutto. Prima di tutti.
È proprio del fior di ciliegio cadere nobilmente
RICORDATEVI DI SHOGUN