New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[GUIDA] Tradotta la guida di Gamespy a ROME: TOTAL WAR (COMPLETA)

Last Update: 1/30/2005 2:00 PM
10/4/2004 9:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 605
Registered in: 8/28/2004
Gender: Male
Visconte
Ordine della LunaRossa
La traduzione è ad opera di LunaRossaCilyHispanico

PARTE 1


Città governate vs. Città non governate

Qualsiasi personaggio, un generale o un membro della famiglia, può governare una città. Le piccole pergamene bianche di fianco al nome del personaggio, stanno ad indicare quanto possa essere bravo a governare, più sono più riuscirà a tenere le tasse alte, senza rendere la popolazione infelice. Le città sono comunque in grado di sopravvivere anche senza governatore, anche se avranno qualche difficoltà in + con le tasse e l'ordine pubblico. Quindi sarebbe meglio avere un governatore a capo, che sappia quello che sta facendo. Avere un governatore nella città ha anche un altro vantaggio: quando porti degli schiavi dalle province conquistate, solo le città con un governatore potranno trasformarli in popolazione extra.




I grandi goveratori sono nati e fatti

Ma dove li trovi i governatori?
- Tramite i matrimoni. Le vostre figlie porteranno a casa qualsiasi tipo d'uomo, per cui dovete stare attenti a chi vi portate in casa.
Accettate le proposte, solo se hanno qualche capacità utile.
Altrimenti cacciateli via, le vostre figlie vi porteranno presto qualcun altro.

- costruendo accademie. Questi edifici (ed i loro upgrade) prepareranno degli ottimi leader. Un personaggio che governa in una città con un accademia per un pò, avrà presto alla sua corte dei saggi che lo consiglieranno sempre per il meglio di fronte alle decisioni importanti.

- quando questi metodi non funzionano, basta puntare tutto sullo charme e sull'influenza che i grandi generali hanno sul popolo. Quando un generale vince delle importanti battaglie può guadagnare molta influenza presso le popolazioni. Un buon generale come personaggio può tenere a bada meglio le rivolte cittadine.


Come accrescere la popolazione della tua città

All'inizio del gioco, il primo vero problema che si pone, è come fare crescere la popolazione in un lampo.
Abbassando le tasse si potrà avere un immediato impatto sulla crescita cittadina, il problema è che al'inizio avrete bisogno di ogni singolo dinaro per portare avanti i vostri piani.
Per cui la cosa migliore è trovare una situazione di equilibrio:
tassare le città più che si può, facendo in modo di tenere la fedeltà sul 100%.
Gli aumenti delle produzioni agricole favoriranno l'aumento della
produzione, quanto la degradazione lo faranno diminuire.
Quindi conviene costruire prima che si può fattorie e acquedotti per favorire la crescita demografica (più popolazione-->più tasse).



Per incrementare la popolazione si può anche ricorrere agli schiavi.
Quando si conquista un territorio, appare l'opzione di schiavizzare i cittadini. Metà della popolazione conquistata quindi verrà tarsportata nelle città avente un governatore.


Grossi guadagni: l'importanza delle strade e dei commerci

Per fare soldi rapidamente, potete costruire strade, miniere e porti mercantili.
Una volta che li avete costruiti, nuovi edifici ed upgrade potranno portare sempre + soldi nelle vostre tasche, come mercati e fori.
Le strade hanno bisogno di una menzione particolare, perchè sono
particolarmente critiche per l'espansione militare. Dovrebbero essere la prima cosa da costruire per muovere velocemente le armate sulla mappa.




Allora, cosa dovrei costruire?

L'ordine secondo il quale costruire gli edifici può variare da
situazione a situazione, ma una priorità può essere assegnata agli edifici seguenti:

1. Strade
2. Baracche d'addestramento
3. Fattorie
4. Porti
5. Templi
6. Acquedotti
7. Mercanti
8. La villa del Governatore
9. Strade pavimentate
10. Upgrade delle fattori
11. Carpentiere Navale
12. Mercati

Da lì si potrà poi costruire tutta la sfilza di edifici militari di cui ci sarà bisogno per l'espansione.
Le baracche sono state inserite nella lista, per poter addestrare la guardia cittadina, in caso di necessità (rivolte, invasioni, tribù nomadi ecc).



Anche per i templi, ogni fazione romana ha i propri fra cui scegliere. I Giuli pregano Giove e Ceres per la propria felicità e per il benessere della propria popolazione, i Bruti sono orientati a pregare Mercurio per favorire il commercio. I templi dedicati a Marte sono perfetti per quelle città in cui vogliate sviluppare una forte struttura militare per l'addestramento delle truppe, ottenendo subito degli ottimi veterani.
Gli Scipi possono avere un vantaggio simile, dalla venerazione del dio Vulcano che migliora le loro armi. Si può avere solo un templio per città, quindi bisogna scegliere attentamente.


Hey! I confini del mio vasto impero sono in rivolta!

Cosa può causare una rivolta in uan vostra provincia?
Prima di tutto le differenze culturali. Ad esempio per quanto riguarda l'Egitto una buona mossa può essere abbattere le piramidi di Menfi, che porterà ad un aumento nella fedeltà.
Altro aspetto è la distanza dalla capitale, che causa maggiore corruzione e scontento.
Inoltre una ragione potrebbe essere la degradazione urbana. Per questo motivo si consiglia di costruire sempre gli acquedotti per mantenere le città pulite e la gente felice, oppure costruire bagni pubblici



Ci sono un paio di cose che possono essere fatte per evitare rivolte: rendere schiave le popolazioni appena conquistate, per irrobustire la propria economia ed infiacchire la resistenza dei rivoltosi. Se si è davevro brutali si può, volendo, uccidere tutti. La nuova popolazione sarà certamente + fedele, anche se ci vorrà tempo per ripopolare la città conquistata.

Altri metodi possono essere costruire anfiteatri per rallegrare la popolazione con i giochi oppure spostare la capitale + vicina alle nuove province rivoltose.



PARTE 2


L'importanza della tua marina

Il commercio navale è il modo + importante e redditizio per fare soldi. Bisogna costruire quanti più porti e rotte che si può, costruendo porti e upgrade.




La marina in tempo di pace

Ogni vostra città costiera dovrebbe essere munita di porto, e dovreste rendere prioritaria la costruzione di porti le cui città hanno dei beni commerciabili. I beni potete individuarli sulla mappa tramite delle piccole icone rappresentanti pellicce, ceramiche ecc ecc.

La costruzione delle navi diventa essenziale. Specie quando inizialmente il senato vi offrirà prezioso oro in cambio del bloccaggio di qualche porto lungo il mediterraneo. Per cui tenete sempre delle navi a portata di mano lungo le vostre coste.

Le navi oltretutto serviranno a strasportare le vostre truppe in tempi di guerra, e sarà meglio che siano abbastanza per respingere un assalto navale in questo frangente. Perdere una flotta che trasporta un esercito, significa vedere affondare anche tutto i soldati che trasporta.


La marina in guerra

Il bloccaggio dei porti può essere un'interessante mossa per azzerare le entrare del commercio navale di una città con la quale siete in guerra. Rappresenta un metodo utilissimo per mettere in ginocchio l'economia nemica, in una guerra a lungo termine.

Le flotte sono anche usate per spostare le truppe. Fortunatamente capita raramente di perdere tutte le navi in una volta, durante una battaglia, per cui manterrete le truppe intatte. Nel caso in cui la flotta venga completamente annientata invece le vostre truppe periranno tutte.

Quello che dovete fare è riunire le vostre navi in un'unica grande flotta. Quando scoppia la guerra abbattete le piccole flotte nemiche, procurandovi esperienza e valore. Potrete poi utilizzare queste navi esperte per ulteriori future battaglie.
Dovete stare attenti a non essere a corto di uomini sulla nave, nel quale caso, conviene tornare al porto per reclutare nuova ciurma.
Quando bisognerà trasportare delle truppe usate una grande flotta per ripulire il mare dal nemico, in modo da lasciare via libera a piccole e veloci navi per sbarcare gli uomini sani e salvi a riva.





PARTE 3


Eserciti e mappa strategica

A questo punto, se avrete fatto tutto per bene avrete creato un impero in buona salute, produttivo ed una buona flotta pronta all'azione. Ma per espandervi avrete bisogno di un esercito.
Battaglie equlibrate, sul filo del rasoio, sono sicuramente divertenti, ma il modo + semplice di vincere è di fare sempre in modo di avere un esercito + numeroso e meglio equipaggiato del nemico.


Non tutti gli eserciti sono creati uguali

Ci sono molte cose da tenere in considerazione per quanto riguarda la creazione di un buon esercito.

L'abilità del generale: le piccole stelline vicino ad un esercito mostrano quanto sia alta la leadership del generale. In qualsiasi gioco Total War questo fattore è determinante. Il rango determina la qualità dei soldati, quanto a lungo combatteranno, in quanto tempo faranno scappare il nemico, quanto sia difficile da corrompere ed uccidere, ed altro ancora. Un buon generale può vincere contro un avversario meno in gamba, anche quando tutto sembra essere contro di lui.



La grandezza dell'esercito: i piccoli banner colorati sulla mappa, mostrano approssimativamente quante truppe ci siano in quell'esercito. Un banner pieno rappresenta più o meno un migliaio di uomini. Avere molti uomini non implicano necessariamente una buona armata, ma essere in vantaggio numerico rispetto all'avversario, rappresenta comunque un buon punto di partenza.

Tipi di truppe: Non puoi capire quali tipi di unità il nemico stia schierando, finchè non si utilizza una spia per osservare meglio. Il tipo di trupp impiegate può fare la differenza in una battaglia. Per esempio, all'inizio del gioco i barbari del nord possono schierare enormi armate, ma spesso si tratta soltanto di fanteria leggera che può essere facilmente abbattuta. Mentre le armate di banditi che girano per la mappa, possono essere compste da qualsiasi unità. Poche unità ben addestrate possono farsi un solo boccone di un grande esercito male adestrato. Il numero quindi non è tutto.

La qualità delle truppe: quei piccoli segni vicino alle icone delle unità stanno ad indicare quanto siano buone le loro armi e la loro armatura (nessuna icona, significa un equipaggiamento di base). I gradi indicheranno invece quale sia l'esperienza sul campo dell'unità. In combattimento armi ed armature upgradate sono utili, ma non sembrano influire più di tanto sull'esito della battaglia. Ma l'esperienza è assolutamente decisiva! Le unità veterane saranno le ultime a fuggire, terranno bene le linee e combatteranno meglio. Questo dà ai Bruti un buon vantaggio nella campagna, visto che i templi a Marte permetteranno certe città di produrre unità veterane a piena potenza!

Tutti questi fattori combinati definiscono quanto sia buono un certo esercito e come si comporterà in battaglia. La qualità certamente più importante rimane il grado del generale, seguita dalla composizione della truppa, quindi il numero, l'esperienza e l'equipaggiamento.


Reclutare un potente esercito

La tentazione comune è di trasformare ogni città in un centro di addestramnto truppe, ma onestamente non credo ce ne sia bisogno. Truppe di qualità sono molto costose e così anche gli edifici per costruirle.
Bisogna quindi focalizzare la costruzione di edifici militari in poche città che continueranno a generare ininterrottamente ottime unità, con strade e porti per poterle schierare rapidamente al fronte. Quindi conviene usare la guardia cittadina per controllare città appena conquistate, in modo da liberare le unità d'elite da questo compito e preservarle esclusivamente per la conquista.

Questa strategia dovrebbe permettere di schierare molte ottime armate senza spendere troppo. Quando il gioco proseguirà e l'impero diventerà molto vasto le città prive di governatori, in modalità automatica, addestreranno molte di queste unità di basso livello per il controllo delle città.

I mercenari, rispetto a Medieval, sono più affidabili in battaglia. Dopo una dura battaglia, guardate se ce ne sono di disponibili in modo da reintegrare i ranghi. Il pagamnto dipende da generale a generale che assolda. I mercenari possono anche essere congedati, risparmiando in questo modo denaro, ma la loro presenza non grava particolarmente sul bilancio.




Qual'è un buon mix di unità?

Differenti regioni sulla mappa hanno bisogno di essere affrontati con diverse strategie. Ma delle regole generali si possono comunque applicare ad ogni situazione.

Prima di tutto ogni esercito deve avere una base di fanteria che possa reggere l'urto di uno scontro corpo a corpo. Nelle prime fasi di gioco gli Hastati possono coprire questo ruolo, più in là i Principes, e per finire potrete usare i legionari le coorti e le altre unità pesanti.

Per quanto riguarda la cavalleria, nelle prime battute di gioco, avrete a disposizione solo cavalleria leggera, che va usata saggiamente. Ma avere una cavalleria a disposizione sul campo da battaglia è essenziale. Possono correre e flankare il nemico oppure rompere la loro formazione. Inoltre la cavalleria può inseguire il nemico in fuga per impedire che possa ricomporsi per creare nuovamente un fronte nemico da combattere.

Più in là nella campagna avrete a disposizione la cavalleria pesante legionaria, che può effettivamente vincere contro fanteria leggera o tenere testa a truppe pesanti. In questo ruolo, possono essere temibili nell'attacco, caricando a ripetizione le aree esposte del nemico.

Poi ci sono le unità da lancio. All'inizio iveliti, quelle unità con un copricapo di animale che lanciano delle lance. Più in là saranno disponibili gli arcieri o gli auxilia, inutili contro una carica di fanteria corpo a corpo, e vulnerabili agli attacchi della cavalleria. Per cui queste unità devono essere usate insieme alla cavalleria ed alla fanteria, pronta a coprirla in caso di attacchi nemici.

Ci sono due situazioni in cui le unità da lancio sono utili. La prima è dopo che hai ingaggiato il nemico e c'è un gran numero di soldati che si sta ammassando contro la tua fanteria. Provate ad usare le lance, sebbene colpirete qualche vostro soldato, in quel frangente la fanteria sarà estremamente vulnerabile alle armi da lancio. Altrimenti potete usare i velites in skirmish per colpire la fanteria che si sposta lentamente.

Quindi qual'è il mix migliore? Al centro è bene avere unità da mischia, supportata da cavalleria, con unità dal lancio subito alle spalle. Poi bisogna variare l'esercito in base alle situazioni, i Barbari combattono spesso nella foresta quindi è più importante avere molta fanteria che cavalleria e armi da lancio. Gli Egiziani hanno molta cavalleria e combattono nel deserto, quindi bisogna prendere cavalelria e fanteria leggera. Cambiate quindi l'impostazione in base alle circostanze.


Il tuo generale e te

COl passare del tempo il vostro generale guadagnerà delle abilità speciali. Avrà al seguito una vasta fila di persone che gli daranno consigli strategici. Arà degli oggetti speciali che gli daranno particolari bonus contro tipi particolari di nemici. Alla lunga questi piccoli vantaggi saranno molto importanti.

Sul campo di battaglia, il vostro generale è l'unità più importante. Di solito si tratta di un buon guerriero, ma spesso non è il caso di rischiarlo buttandolo nella mischia. Piuttosto conviene tenerlo vicino alle truppe, che in questo modo combatteranno meglio. Per questo motivo tenetelo sempre vicino al combattimento, ma non così vicino da rischiare di perderlo in battaglia.



Quando un generale muore, le truppe subiscono una penalizzazione sul morale. Truppe senza esperienza potrebbero fuggire, mentre truppe veterane potrebbero comunque rimanere a combattere fino alla fine. Quindi cercate di mantenere in vita il vostro generale e cercate in tutti i modi di uccidere quello nemico


Addestrare un grande generale

Sono pochi i membri della famiglia che nascono come leader naturali, tuttavia chiunque che comincia la sua carriera con una o due stelle può un giorno divenire grande. Le stelle si guadagnano tramite le battaglie. Per cui non lasiate tutto al caso e fate grandi i vostri generali!
A questo proposito le bane di briganti che appaiono sulla mappa possono essere una buona occasione per fare aumentare di valore i vostri giovani comandanti.

Sembra inoltre che ci siano più possibilità di guadagnare stelle combattendo le battaglie personalmente sul campo di battaglia. Inoltre si ottiene un grado di combattimento a seconda del tipo di vittoria...abbattere completamente l'aramat nemica può quindi essere una buon aopportunità per crescere d'esperienza, per cui quando vi viene chiesto se finire la battaglia o continuare,contnuate la battaglia e uccidete fino all'ultimo nemico. Fate quindi in modo di avere fra le vostra fila, cavalleria sufficiente per abbattere i nemici in fuga.


Indurre buoni generali dalla tua parte

Generali d'alto rango o influenti membri della vostra famiglia saranno quasi impossibili da corrompere o assassinare. Ma generali di basso rango, con due o tre stelle, possono essere facilmente avvicinati da un diplomatico per provare a convertirlo. Di solito i generali nemici vorranno grosse somme di denaro, ma se avete le casse piene questa potrebbe essere una buona occasione per spenderlo. Guadagnerete un generale ed elimnirete un'armata nemica senza perdere un solo uomo.
Ricordatevi inoltre che generali ribelli di alto rango possono invece essere corrotti. Tenete d'occhio quindi le armate delle fazioni che stanno per essere eliminate... potrebbe essere l'occasione giusta per corrompere un generale d'alto livello!





PARTE 4


Spionaggio!

Assassini e spie in più di un'occasione hanno segnato il corso della storia. La stessa cosa si può vedere in Rome: Total War.

E' importante vedere il mondo, e sia le spie che i dplomatici possono inoltrarsi in territori nemici per avere una visione migliore del mondo. Una buona rete di spionaggio può permettere di accorgersi di un invasione molto prima del suo compiersi o pemettono di vedere in profondità attarverso le linee nemiche per vedere i tipi di rinforzi che possono avere a disposizione.
Per questa ragione conviene costruire una rete di spionaggio prima possibile.

Inutile insistere su quanto siano importanti le spie. Spiare una città significa sapere esattamente quasli siano le sue difese e quali unità esse possano costruire. Spia un esercito nemico e potrai vedere chi sia il suo generale e che tipo di truppe abbia. Cosa che permette di stabilire che tipo di esercito convenga usare (se ha molte frecce, schierate tanta cavalleria ecc.).




Spie e Città: Sì

Per cui mandate sempre spie nelle città nemiche prima di muovere le vostre armate. Ogni invasione come si deve dovrebbe essere infatti preceduta da una rete di spie, per conoscere ogni strada, identificare ogni esercito e spiare ogni città.

Ogni spia all'interno di una città nemica ha la possibilità di aprire le porte della città dall'interno. Anche una spia di basso livello avrà circa il 20% di possibilità di riuscita. Molte spie aumenteranno le chances di successo. E' un buon vantaggio poter entrare in una città nemica, senza aspettare di dovere costruire le armi d'assedio, il nemico avrà poche possibilità di fare giungere rinforzi tempestivamente o di costruire nuove unità.


Giocare sporco con gli assassini

Abbiamo visto che schierare i generali nelle file del nostro esercito è un grande vantaggio, per cui uccidere i generali nemici può davvero fare volgere la battaglia a proprio favore. Questo è il compito degli assassini.

CI sono vari passi da seguire per portare a termine un assassinio con successo. Prima di tutto non assegnate mai ad un assassino di basso livello un compito troppo difficile. Bisogna farli crescere e fargli fare esperienza...i diplomatici possono essere un buon modo per iniziare. D'altronde i diplomatici che vagano per il vostro impero potrebbero addirittura corrompere dei vostri generali, quindi non c'è motivo per non utilizzarli da trampolino di lancio per il vostro assassino.

Anche gli eserciti nemici privi di un generale possono essere dei buoni obiettivi. Di solito i capitani non hanno guardie del corpo...ucciderli non servirà a granchè, ma aiuterà il vostro assassino a crescere.



Membri della famiglia o generali di alto livello, saranno quasi impossibili da uccidere. Gli assassini alle prime armi avranno solo l'1% di possibilità di successo ed anche gli assassini più esperti non andranno oltre il 20%. Per cui il vantaggio dell'uso degli assassini viene dall'uccisione di generali con 2 o 3 stelle e degli agenti nemici.

Gli assassini possono poi uccidere spie che stanno proteggendo città nemiche. Se la vostra spia viene uccisa nel tentativo di intrufolarsi in una città nemica, potete mandare un assassino a controllare. Uccidere le spie nemiche permetterà alla vostra prossima spia di infiltrarsi nella città senza alcun problema.


Giocare sporco con i diplomatici

All'inizio della campagna i diplomatici vi serviranno per negoziare allenza e rotte commerciali. Questi ultimi sono vitali per l'economia del vostro impero, in particola modo se avete diversi porti da cui trarre profitto.

In tempi di guerra comunque, quando avrete abbastanza denari in cassa, non dimenticate il potere dei vostri diplomatici. Il computer tende infatti ad avere molti piccoli eserciti formati da poche unità. Questi eserciti si possono corrompere facilmente, uno ad uno, prima che possano unirsi ad un esercito di un generale d'alto grado. Costoso ma sicuramente redditizio in termini bellici...



I diplomatici possono anche corrompere un'intera città volendo e potendo. Ma senza truppe nei pressi, questa si rivolterà immediatamente, creando un'armata enorme di ribelli. Quindi conviene non corrompere una città a meno che non si abbiano nei pressi un esercito in gardo di occuparla subito, nel turno successivo.
Un altro problema legato al corrompere le città è che non si può in questo modo rendere schiava la popolazione. Questo significa che avrete subito dei problemi nel controllarla, data la lontananza fisica e culturale dal vostro impero. Per cui spesso non è consigliabile spendere così tanti soldi per avere una città ribelle, arrabbiata e improficua città.



PARTE 5


I cinque concetti fondamentali per una battaglia

Finora abbiamo perlopiù parlato della parte strategica a turni del gioco. Se avrai seguito un pò il filo ad un certo punto ti dovresti ritrovare con una buona base di partenza per giocare le battaglie vere e proprie. Potrete avere molte truppe, ben equipaggiate e con buoni generali. Vediamo quindi come comportarsi sul campo di battaglia.

Rome: Total War non sarà una perfetta simulazione delle antiche battaglie, ma fa il suo egregio lavoro simulando i concetti e le tattiche che robabilmente all'epoca furono adottate. Essere padroni di queste tattiche significa essere un passo più vicino alla vittoria. Per cui prima di tutto parliamo dei 5 punti chiave che dovete conoscere per immergervi in una vera battaglia.




Concetto 1: Tutte le unità sono vulnerabili ai fianchi ed alle spalle

Tutti gli eserciti marciano in formazione, con un fronte, dei lati ed una retrovia. Soldati in questa formazione si aspettano di combattere il nemico frontalmente rispetto a loro, non sono pronti per essere attaccati ai lati o da dietro.
Questo non vuol dire che non si gireranno a combattere se attaccati, ma l'effetto sul morale può essere devastante. Già solo il fatto di doversi voltare e combattere li fa essere meno decisivi in quei primi critici momenti.
Usate quindi questo fattore a vostro vantaggio e provate sempre a manovrare le vostre truppe in modo da attaccare il nemico nei suoi punti deboli.

Inoltre il nemico forzato a combattere su fronti diversi sarà particolarmente vulnerabile. Se avete già ingaggiato un unità, provate a manovrarne un'altra per colpire il nemico sul fianco...gli uomini cominceranno a fuggire. Un sandwich ben fatto probabilmente causaerà la rotta immediata di quell'unità.


Concetto 2: Tutte le unità hanno dei punti di forza e dei punti deboli

La maggiorparte dei giochi crea un meccanismo di "carta-sasso-forbici" per le relazioni delle proprie unità. Rome: Total War prova a modellare le unità secondo i loro reali storici punti deboli o punti di forza. Ogni unità sul campo, ha quindi una sua funzione all'interno del proprio esercito e capire il loro migliore utilizzo o il loro punto debole, può fare di voi un generale migliore.

Ecco una guida generale:

- Fanteria: di solito questo genere di unità è armata ed equipaggiata per lo scontro corpo a corpo. Sono la base del vostro esercito, usata per piegare il vostro nemico. I lanceri (con l'eccezione degli opliti) funzionano altrettanto bene, ma sacrificano qualcosa nel corpo a corpo, per essere più letali contro la cavalleria.
Forza: sono i vostri migliori soldati nel corpo a corpo, una parte necessaria del vostro schieramento e possono proteggersi dalle armi da lancio nemiche, con facilità. Le lance sono l'arma migliore contro la cavalleria.
Punti deboli: la manovrabilità, infatti la fanteria risulta di solito lenta. Tenetela unita in modo che si possano coprire a vicenda. Fate tutto quello che potete per proteggerla dagli assalti della cavalleria nemica ai fianchi o da dietro. Inoltre se ammassati in mischia diventano anche molto vulnerabili alle armi da lancio.



- Cavalleria: cavalli o cammelli possono darvi una grande flessibilità di manovra, senza contare la loro potenza nella carica di nemici impreparati.
Forza: usate la cavalleria per colpire in carica, i fianchi o il retro delle unità avversarie. La carica iniziale è quella più effettiva, quindi non abbiate paura a ritirarli per poi caricare nuovamente. Sono anche lo strumento migliore per inseguire il nemico in fuga.
Punti deboli: truppe armate di lancia faranno a pezzi qualsiasi soldato a cavallo in un combattimento prolungato. I soldati a cavallo del resto sono anche pochi, rispetto alla fanteria, quindi in un corpo a corpo, verrebbe alla lunga distrutta, specialmente se circondata.

- Caso speciale: gli Elefanti
Forza: gli elefanti sonoarmi di distruzione di massa che incutono timore nel nemico, la cui specialità è calpestare senza pietà la vostra fanteria. Uccidono rapidamente e mettono il nemico in fuga con la stessa velocità. Sono perfetti per creare delle falle nello schieramento nemico.
Punti deboli: le lance rappresentano l'arma migliore contro questi giganti, anche se spesso vengono travolti dalla loro furia. L'obiettivo principale è spaventarli e farli scappare verso i loro schieramenti, usando frecce infuocate, cani da guerra o maiali incendiari.



- Armi da lancio: sono unità molto rapide, equipaggiate con armamento leggero, capaci di lanciare armi a distanza. Da soli non vincerebbero una battaglia, ma sono utilissimi per alleggerire di numero le truppe nemiche mentre la propria fanteria marcia gli va incontro. Normalmente non li impiegherete in un combattimento corpo a corpo, ma esistono alcune eccezioni, come i velites romani.
Forza: Truppe nemiche ammassate sono molto sensibili alle loro armi. Se lanciate in mischia, durante il corpo a corpo, sarà comunque molto probabile uccidere dei propri uomini. Messi in modalità "skirmish" possono colpire la fanteria nemica, rimanenco comunque fuori dalla loro portata.
Punti deboli: gli arcieri sono alla cima della catena alimentare. Qualsiasi unità che riesca a prenderli può facilmente avere ragione su di loro, la cavalleria in particolare. Sono solo utili se protetti dal resto del vostro esercito. Inoltre contro un nemico in formazione aperte sono poco utili.

- Cavalleria con armi da lancio: queste unità hanno le stesse caratteristiche delle loro contromparti appiedate, ma con l'enorme differenza di essere velocissime. Possono frecciare quasi ogni unità senza conseguenze, se messe in skirmish, e quando il nemico fugge possono essere usate per inseguirli ed ucciderli.

- Artiglieria: Onagri (le catapulte) e balliste (praticamente delle garndi balestre) per abbattere un gra numero di soldati in una volta. Sono armi che incutono timore e che possono alleggerire un esercito di parecchi uomini in poco tempo. Gli onagri sono anche molto utili per abbattere rapidamente le mura di una città. Tutti i tipi di artiglieria sono molto lenti e vengono distrutti quasi immediatamente dalle truppe nemiche.


Concetto 3: Il morale dei vostri soldati

Il morale è uno degli aspetti più importanti di una guerra, ma pochi giochi strategici finora ne hanno tenuto conto.
Funziona in questo modo: le unità con morale più alto combatteranno meglio ed intimideranno molto di più i soldati nemici. Calando il morale, calerà anche il valore e la forza di quell'unità, fino a diventare così basso, che i sopravissuti saranno costretti a scappare per salvarsi. In termini di gioco si perde completamente il controllo di quella truppa, che in qualche occasione tornerà comandabile. Bisogna rendersi conto che comunque un'unità di questo tipo scapperà ancora molto più facilmente se messa in difficoltà.



Un discorso a parte bisogna farlo, quando l'unità che comincia a scappare è completamente circondata. Combatteranno fino alla morte, uno stato visibile al passaggio del mouse. Questo comunque non è sempre desiderabile...a volte si preferirebbe che l'unità scappasse per poi poterla recuperare in seguito. Inoltre invertendo i ruoli, è più facile uccidere soldati che scappano, con la cavalleria, che vederli combattere fino alla fine per la lor vita.


Come funziona il morale?

I generali hanno un grande impatto sul morale del proprio esercito, averlo vicino alle truppe impedirà che queste scappino. Stesso discorso per il generale nemico, la cui vicinanza porterà un effetto negativo, anche se non così rimarchevole.
Se il vostro generale muore in battaglia il vostro esercito ne verrà scosso profondamente. La cosa peggiore avviene però quando il vostro generale fugge dal campo di battaglia, le unità he erano sul punto di scappare, si volteranno immediatamente e lo seguiranno.
Un piccolo aumento di morale si ha inoltre quando il generale nemico scappa o viene ucciso.

L'esperienza delle truppe: le unità che hanno esperienza in combattimenti avranno dei piccoli galloni presenti sulla propria icona (argentati o dorati). Più galloni avranno più avranno una migliore capacità di combattere sul campo ed una minore tendenza a fuggire. Questi guerrieri hanno una tendenza naturale al combattimento e reggeranno lo scontro, anche se il proprio generalde dovesse morire. Le truppe possono guadagnare esperienza venendo addestrate in una città con un templio dedicato a Marte oppure combattendo numerose battaglie in campo aperto.

Vittoria o sconfitta: i vostri soldati sono parte dell'esito della battaglia, influenzata dal loro valore sul campo. Un gruppo di fanteria che ha appena schiacciato alcuen truppe nemiche, caricherà il prossimo avversaro sul campo con una maggiore verve. Le vostre truppe inoltre saranno inspirate se vedranno le vicine unità nemiche rompere le linee e scappare dal campo.
D'altro canto, bisogna tenere in considerazione che un'unità si sentirebbe scoraggiata se la propria front line venisse attaccata alle spalle o se venisse constantemente colpita da armi da lancio.

Posizione sul campo: il morale di un'unità viene molto scosso, se questa viene attaccata ai fianchi o alle spalle. Un attacco simultaneo da più lati esposti può essere decisivo per farla scappare, anche se un attimo prima stava combattendo con grande irruenza. Allo stesso modo le truppe combatteranno meglio se sentiranno di avere i loro fianchi sicuri, protetti da altre unità amiche.



Fatica: tutte le truppe cominciano la battaglia fresche e mano a mano che la fatica e la stanchezza aumentano, combatteranno meno bene. Truppe esauste, prese in un combattimento contro truppe fresche, potrebbero rompere le linee e scappare presto.
La stanchezza può essere dovuta ad una lunga marcia, oppure ad un continuo caricare/scappare, oppure al solo combattimento prolungato. Bisogna fare particolare attenzione al deserto, dove le truppe con equipaggiamento pesante si stancheranno subito sotto il sole cocente.

Paura: certe armi sono progettate per scuotere l'animo del nemico e fargli perdere fiducia nelle proprie possibilità. Truppe che vengono bombardate da frecce o dai proiettili degli onagri.
I cani da guerra poi sono ideali per indurre paure nel nemico e stravolgere la loro formazione, abbassandone il morale, l'ideale prima di un assalto della fanteria.
Quando poi fanno la loro apparizione sul campo gli elefanti, i soldati non possono che essere paralizzati dal terrore.
La regola sul campo di battaglia è di usare ogni mezzo per terrorizzare il vostro nemico e tenete sempre in considerazione il fatto che l'avversario può usare le stesse tattiche su di voi!


Concetto 4: Usare il terreno a proprio vantaggio

L'epica storia di Roma prende forma dalle foreste innevate della Germania alle pianure desertiche dell'Arabia. Usare bene il territorio in cui ci si trova può a volte dare un notevole vantaggio rispetto al nemico.

Cercate sempre un terreno posto più in alto, dove dislocare le vostre truppe. Se siete in difesa la cosa migliore è infatti schierarsi sulla cima di una collina. Le vostre unità da tiro avranno infatti un range più ampio, ed i vostri nemici dovranno marciare in salita per attaccarvi, cosa che li stancherà molto.
Se voi state attaccando un nemico posto su una zona + elevata rispetto a voi, non attaccatelo direttamente. Se possibile provate ad aggirarlo finchè non riuscirete a trovare uno spazio che sia alla stessa sua altezza.



Rispetta le foreste. Se avete posto delle unità in mezzo agli alberi, vedrete una piccola icona apparire, indicante che l'unità è nascosta. Questo significa che il nemico non la vedrà finchè non sarà molto vicino ad essa. Questo ovviamente può darvi un'enorme vantaggio: nascondete il vostro esercito in mezzo agli alberi ed aspettate che il nemico arrivi nei vostri pressi. Potrete caricare di sorpresa i loro punti deboli, ottenendo dei grandi risultati.
Ricordate sempre che la stessa tattica potrebbe essere utilizzata dai vostri nemici.

Arcieri e cavalleria sono meno efficaci in mezzo ad una foresta. Gli alberi bloccano le frecce e disturbano la carica dei cavalli. Per questo motivo scoprirete che i barbari che cacciano fra gli alberi sono per lo più molto rapidi e letali.

Equipaggiatevi a seconda del luogo. Il caldo del deserto soffocherà le unità con pesanti armature. Ad esempio gli Egiziani utilizzano per combattere in queste lande assolate, moltissima fanteria leggera e molta cavalleria. Dovreste seguire il loro esempio per evitare che le vostre truppe si stanchino troppo presto. Allo stesso modo alcune unità combattono meglio al freddo...i barbari (con l'eccezione forse dei guerrieri nudi..) sono sempre preparati fisicamente a temperature basse. Dovreste guardare le schermate dei dettagli delle vostre unità per capire quali condizioni influenzano le costre truppe.

Le mura cittadine uniscono il vantaggio dell'altezza ed il fatto di essere immuni alla fanteria, a meno che non sia sulle torri d'assedio. Se pensate di difendere una città circondata da mura non dimenticate di addestrare qualche unità d'arcieri da mettere a difesa delle mura stesse.

I vicoli cittadini rappresentano un'opportunità sia per l'attaccante che per il difensore. Come attaccante potete mettere i vostri guerrieri più forti e letali davanti al vostro esercito ed avanzare facendo strage del nemico. Ai difensori però si offre lo stesso vantaggio: possono bloccare una via con i loro migliori soldati ed intanto frecciare il resto dell'esercito nemico con degli arcieri ben appostati.



Una cosa importante da tenere in considerazione riguardo le vie cittadine è che quando attaccate una città con delle mura, tutte le torri difensive vi sputeranno addosso tons di frecce. Se vi muovete rapidamente verso il centro città questo potrebbe non risultare importante, ma se non trovate una via che vi porti velocemente a concludere la battaglia nel centro città, verrete continuamente frecciati, il che alla lunga può portare pesanti perdite.


Concetto 5: Sapere quali sono i vostri obiettivi

La cosa importante per vincere una battaglia è quindi avere una strategia in mente, dal momento in cui si schierano le proprie truppe. Avere quindi un obiettivo prefissato, prima di cominciare una battaglia.
Per esempio, se si sta difendendo contro un nemico che ci ha attaccati, avremo un vantaggio. L'avversario deve attaccare, per cui possiamo utilizzare il territorio a disposizione, magari piazzandoci sulla più alta collina e costringendo il nemico a correrci incontro. Quando difendiamo possiamo anche pensare di nascondere delle unità in qualche bosco per tendere qualche imboscata.



Qualche volta vi troverete di fronte una battaglia che è quasi impossibile vincere, magari col nemico che vi supera numericamente per 3 a 1 e con un ottimo generale a capo. In questo caso potreste decidere di combattere cercando di portare con voi quanti più nemici possibile. Create delle imboscate per i loro arcieri e cercate di uccidere il loro generale in un attacco suicida. Potete perdere, certo...ma potete fare in modo che gli rimangano così pochi uomini che la loro presenza non rappresenti più una reale minaccia.

Quando difendete le città, sapete che l'obiettivo finale è il centro città. L'attaccante cercherà la via più semplice, veloce e meno rischiosa per arrivarvi. Il difensore deve usare questa strategia a proprio vantaggio, sapendo quindi in anticipo la strada che probabilmente il nemico farà. Non sprecate uomini cercando di uccidere l'attaccante all'entrata delle mura...aspettatelo ben organizzati al centro città e difendetelo!

Quindi sapere cosa si voglia fare in una data battaglia aiuterà a decidere quale possa essere la tattica migliore, dove usare le proprie unità migliore e come.

Tenete bene in mente questi 5 concetti nelle vostre battaglie e sarete decisamente più temibili per i vostri avversari. Guardatevi i fianchi, abbiate una buona conoscenza delle vostre unità, usate il terreno a vostro vantaggio, fate attenzione al morale delle vostre unità ed abbiate bene in mente che cosa vi prefiggete come obiettivo da una data battaglia.



PARTE 6


Vincere le battaglie

Quindi abbiamo visto i concetti base per affrontare una battaglia...ora vediamo come applicarli.

Muovete velocemente la cavalleria attorno ai fianchi del nemico, dato che non si stanca tanto velocemente quanto la fanteria. Non date al nemico il tempo per prepararsi, attaccate frontalmente con la fanteria e caricate ai lati ed alle spalle con la cavalleria, per mandare tutto il fronte nemico in fuga. Caricate ripetutamente con i cavalli...ritirateli dopo che avranno fatto il loro lavoro, fateli girare e caricate ancora la linea nemica.



Bersagliate il nemico con le armi da lancio ed intanto attaccate con una formazione avvolgente in modo da intrappolare le truppe nemiche. In questo modo non solo avranno i fianchi scoperti, ma saranno anche un facile obiettivo per le vostre frecce/giavellotti.

Cercate di tenere la formazione unita nel tentativo di rompere quella avversaria. Tenete la fanteria unita e ben organizzata, in modo da avere una linea pulita e compatta, facendo in modo che nessuno dei vostri uomini si senta circondato. Quindi appena potete attaccate i loro fianchi in modo da separare le unità nemiche e farle sentire circondate.

La fanteria romana ha delle lunghe lance, chiamate pilum, che lanciano al nemico prima di combattere corpo a corpo. Questo può portare la battaglia a vostro favore prima che essa cominci, e saperlo può mutare la vostra strategia. Vorrete che loro lancino tutte le loro armi prima di farli ingaggiare in un corpo a corpo, oppure vorrete farli ingaggiare prima possibile. In quest'ultimo caso tenete premuto il tasto "alt" e cliccate sul nemico per ordinare loro di attaccare corpo a corpo senza fargli finire le armi da lancio.

Bersagliate il nemico usando truppe adatte. E poi cercate di attaccarlo con una formazione chiusa che possa circondarlo ed intrappolarlo. Un grande agglomerato di truppe non solo può essere facilmente attaccato ai fianchi, ma è anche un facile bersaglio per le vostre frecce.




Ogni strategia potrebbe essere buona

Usate tutte le tattiche di cui abbiamo parlato finora, am fate attenzione, perchè anche il vostro avversario potrebbe usarle contro di voi.
Le unità da tiro, sono vulnerabili in un corpo a corpo. I velites potrebbero resistere contro unità deboli, ma la maggiorparte degli arcieri sono debolissime in mischia. Teneteli dietro la fanteria in modo che siano sempre protetti.

In modo analogo fate in modo di proteggere i vostri fianchi dalla cavalleria. Questo è difficile da fare se siete in inferiorità numerica, ma il modo migliore per farlo è di tenere pronti ai lati delle unità di cavalleria pronti a caricare. Alternativamente potete usare lanceri o fanteria pesante per assorbire il loro urto.

Se state subendo una carica di cavalleria, non date loro la possibilità di ritirarsi e ricaricare. Usate un'unità libera per colpirli alle spalle o al fianco in modo da impedirgli di ritirarsi dalla mischia. La cavalleria in mischia è molto vulnerabile.


Posizionare l'esercito

Storicamente il vero esercito romano sarebbe posizionato con i velites davanti al fronte, a guidare l'assalto ed indebolire il nemico. I sopravvissuti si sarebbero in seguito riparati dietro le linee degli hastati, che avevano un migliore equipaggiamento ed una maggiore esperienza. Se la battaglia ancora non fosse stata vinta sarebbe intervenuta la fanteria pesante: veterani di mille battaglie il cui successo permetteva loro di avere un equipaggiamento superiore.

Questa strategia funzionava all'epoca, ma in Rome: Total War è un buon modo per farsi uccidere tutta la propria fanteria leggera. Provate allora in questo modo:



Cominciate con una base di solida fanteria. All'inizio del gioco avrete gli hastati o i princeps, ma più tardi si renderanno disponibili i Legionary Cohorts. Allineateli al centro della vostra linea d'attacco. Se siete in numero maggiore rispetto al nemico potete tentare un semiaccerchiamento, in modo da circondare il nemico e poterlo attaccare al fianco.

Adesso vediamo dove posizionare le vostre unità da lancio. Se siete certi che il nemico è lontano e si muove lentamente potete posizionarli davanti al ostro fronte. Fate solo attenzione che i vostri uomini siano messi in skirmish mode, in modo da scappare automaticamente in caso di carica nemica.

Durante il combattimento vero e proprio, potrete volere le vostre unità da lancio subito dietro la fanteria, bersagliando la massa di truppe nemiche. Assumendo che il nemico non sta preparando una carica a sorpresa della cavalleria, potete portare i velites ai fianchi ad esempio, finchè a corto di munizione, potranno poi attaccare corpo a corpo i fianchi nemici, diventando decisivi per il crollo del fronte avversario.

Per quanto riguarda la vostra cavalleria, vi conviene tentare di anticipare le mosse del nemico. Se pensate proverà a caricare i vostri fianchi, posizionatela vicino alle vostre linee centrali, dietro la fanteria e vicino alle vostre truppe da lancio, in modo da poterle muovere velocemente per un eventuale contrattacco.



Infine, il vostro generale dovrebbe essere posizionato in mezzo a tutto questo. Piazzatelo dietro la vostra fanteria per ottenere un'influenza massima, oppure portatelo ad un lato dello schieramento in modo da essere libero di girare intorno al nemico ed infilarsi nella sua schiena durante il combattimento corpo a corpo. Fate sempre attenzione che non sia circondato o attaccato da truppe fresche...la sua vita vale metà del proprio esercito!

Quando attaccate, non date tregua al nemico e disponete il vostro esercito sul bordo della vostra zona, pronto ad attaccare.

Per quanto riguarda l'artiglieria, il più delle volte non potrete muoverla, e quando potrete sarà molto lenta. Per cui posizionatela più avanti possibile quando comincia la battaglia, facendo marciare le vostre truppe in avanti non appena possibile. Altrimenti se volete aspettare che il nemico attacchi, posizionatela dietro la vostra fanteria, in modo che siano protette.


Posizioni dell'esercito in attacco e difesa

Le posizioni descritte poco sopra, sono adatte per l'attacco, ed il più delle volte, vorrete adottarle anche per la difesa. Tuttavia se state aspettando l'attacco del nemico, vi si presentano delle opzioni strategiche in più.

Osservate il terreno e piazzate i vostri soldati sulla collina più alta: potete mettere gli arcieri nella posizione più elevata, al sicuro dal nemico e letali. Se state aspettando il nemico da una posizione simile, non attendete a lungo dopo che avrete scagliato frecce e lance, ma caricate il nemico quando ancora avrete il vantaggio della carica in discesa.

Gli attaccanti difficilmente potranno tendere agguati e piazzare delle trappole, ma se siete in difesa fa parte del divertimento. Alcune unità possono nascondersi fra l'erba, posizionateli quindi in modo da potere attaccare il fianco nemico. Se avete unità nascoste nella foresta, potete posizionare il vostro esercito in modo che queste possano attaccare di sorpresa il nemico alle spalle, creando scompiglio e aprendo varchi nelle linee nemiche.




Concludere la battaglia

La battaglia sarà vinta se tutte le truppe nemiche scapperanno dal campo, ma questo potrebbe non bastarvi. Non volete che i superstiti si raggruppino sulla mappa strategica, fortificando una città che volevate conquistare. Per cui il più delle volte vi conviene continuare la battaglia fino ad uccidere tutti i vostri nemici sul campo.

La cavalleria è perfetta in questo senso. Potete anche usare gli arcieri a cavallo, tenendo schiacciato il pulsante "alt". Fate attenzione che non attacchino fanteria pesante o lanceri appena recuperati, sarebbero una preda facile altrimenti.

Spesso, metà di un esercito nemico romperà le linee e fuggirà, ma potrebbero arrivare dei rinforzi per sostituirli, mentre intanto altre parti della battaglia sono ancora in bilico. Non lasciate che i vostri soldati, stanchi, inseguano il nemico in fuga, quando ci sarebbe bisogno di loro altrove. Altrimenti il vostro esercito si troverebbe poi sparpagliato per tutta la mappa. Teneteli e riportateli in una posizione centrale vicino al vostro generale, fino a quando la battaglia non sarà sicuramente vinta.



PARTE 7


Gli assedi

Storicamente era molto costoso attaccare apertamente una città fortificata. Di solito si aspettava che gli assediati morissero di fame. In Rome: Total War, gli sviluppatori sapevano che aspettare che tutti morissero in 3 turni sarebbe stato piuttosto noioso. Per ci hanno reso gli assedi decisamente più coinvolgenti, spingendo i giocatori ad assaltare sempre la città.


Attaccare una città

Prima di tutto bisogna studiare la mappa, in modo da trovare il cammino più rapido per arrivare al centro città.
Evitate di rimanere imbottigliati in un vicolo, dato che i difensori potrebbero davvero recarvi danno, se aprite solo un'entrata nella città. In special modo se il nemico ha mura di pietra e le vostre truppe sono tutte ammassate all'entrata principale, sarete continuamente oggetto di lancio di olio bollente..un brutto affare.



Per evitarlo, dovete creare delle entrate multiple nei muri da cui entrare contemporaneamente. Semplice con le palizzate di legno, utilizzando magari 3 arieti, uno per il portone e gli altri due per le mura laterali. Per le mura di pietra è decisamente più arduo. Potete usare le torri d'assedio che permettono ai soldati di scalare le mura e aprire la porta dall'interno. In questo modo i nemici smetteranno di gettarvi addosso l'olio bollente. Potete magari usare questa strategia per aprire due diverse porte, in modo da costringere il nemico a dividersi e riuscire così ad evitare il problema del collo di bottiglia.

Una volta dentro la città, se le mura sono di legno potete fermarvi a raggruppare il vostro esercito, altrimenti dovrete comunque fare in fretta, dato che le torri continueranno a spararvi dardi addosso. Per cui dirigetevi il prima possibile verso il centro città con tutto ciò che avete...di solito una volta conquistato raramente il nemico ha ancora forza a sufficienza per riprenderlo.


Come difendere una città

Difendendo saprete da che parte arriverà il nemico. Mettete quindi degli arcieri sulle mura e abilitateli a lanciare frecce incendiarie che vi darà qualche possibilità in più di bruciare le loro armi d'assedio prima che raggiungano le mura.

Una volta che il nemico sarà entrato fra le mura, cercate di chiuderlo in modo da renderlo più vulnerabile. Non c'è comunque nulla di meglio che lasciarli fuori dalle porte e gettargli olio bollente addosso.



Se il nemico ha aperto i cancelli ed è entrato da più parti, avrete bisogno di concentrare le vostre truppe per difendere il centro città. Tenete bloccata la via principale con le vostre unità più forti e tenete gli arcieri dietro di loro e cercate se possibile di caricare i loro fianchi o alle spalle.

Posizionate l'ultimo uomo nel centro città, non ci sarà molta tattica arrivati a quel punto, dovrete solo vendere cara la pelle e fargli pagare col sangue ogni centimetro che riusciranno a guadagnare.

Dopo tutto questo, sarete pronti ad affrontare con successo la campagna imperiale e per distruggere qualsiasi resistenza vi venga opposta.



Fine della guida!

Grazie Cili [SM=x535711]

[Modificato da Vinsitor 12/10/2004 20.26]




"Per riuscire nella vita bisogna credere in se stessi" (Babbo Natale)

"Mio papà dice che adesso la gente non si ricorda più di quei tempi!"
"Quali tempi?"
"Mah?... Non si ricorda."


10/6/2004 11:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 605
Registered in: 8/28/2004
Gender: Male
Visconte
Ordine della LunaRossa
Tra pochissimo nuovi aggiornamenti da Cily [SM=g27811]



"Per riuscire nella vita bisogna credere in se stessi" (Babbo Natale)

"Mio papà dice che adesso la gente non si ricorda più di quei tempi!"
"Quali tempi?"
"Mah?... Non si ricorda."


10/7/2004 7:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 180
Registered in: 9/24/2004
Location: SAN REMO
Gender: Male
Nobile
Ordine della LunaRossa
Grandi
Bravo Cily, molto interessante e godibile [SM=x535693]
Una buona idea sarebbe metterlo sul Portalino, perchè no?! [SM=x535717]





"DANDVS INVIDIAE EST SANGVIS"
10/7/2004 7:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,470
Registered in: 8/31/2004
Gender: Male
Duca

Sì la metterò su appena sarà completa e avrò un po' di tempo, tra qualche minuto uppo le seconda parte di 3 [SM=g27811]



10/7/2004 8:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Vinsi ancora non l'hai messa su? [SM=g27813]
10/7/2004 9:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,470
Registered in: 8/31/2004
Gender: Male
Duca

10/7/2004 9:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 605
Registered in: 8/28/2004
Gender: Male
Visconte
Ordine della LunaRossa
Fatto [SM=g27811]



"Per riuscire nella vita bisogna credere in se stessi" (Babbo Natale)

"Mio papà dice che adesso la gente non si ricorda più di quei tempi!"
"Quali tempi?"
"Mah?... Non si ricorda."


10/9/2004 1:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 370
Registered in: 9/24/2004
Location: JESI
Age: 34
Gender: Male
Barone
LEGIO
grande[SM=g27811]



tu tu tu
10/9/2004 7:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Grazie :)
A giorni la terza e ultima parte
10/9/2004 7:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,470
Registered in: 8/31/2004
Gender: Male
Duca

10/10/2004 4:39 AM
 
Quote
XXI RAPAX Zeus
[SM=x535711] Come sempre, grande cily !!!![SM=x535719]
10/10/2004 11:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 240
Registered in: 8/29/2004
Location: AOSTA
Age: 65
Gender: Male
Nobile
Ordine della LunaRossa
Che lavorone!! Si vede che non avete proprio niente da fare!!![SM=x535694] [SM=x535694]
Scherzi a parte ottimo lavoro, grazie ancora!!
Forza & ONORE





10/12/2004 11:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
Vins? [SM=x535708]
10/13/2004 12:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,470
Registered in: 8/31/2004
Gender: Male
Duca

Cili guarda che l'ho completata alle 20:26

Cili Cili [SM=g27834] [SM=g27834]

[Modificato da LunaRossa Vinsitor 13/10/2004 0.22]




1/30/2005 2:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,470
Registered in: 8/31/2004
Gender: Male
Duca

Per qualinque segnalazione potete rispondere a questa stessa discussione



Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

..:: Design by -Shrike- ::..
Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:26 AM. : Printable | Mobile - © 2000-2020 www.freeforumzone.com